News!

 

 

Fly-Out 2017

 

Ci riproponiamo di attraversare l'Atlantico volando questa volta verso Ovest una volta raggiunta di nuovo la terra ferma. I luoghi d'interesse sono i parchi e le città del Canada occidentale. Inizialmente previsti anche i parchi del Nord-Ovest degli Stati Uniti, decideremo durante il viaggio di visitarli in un'occasione successiva. La prima tappa importante è la visita ai parchi canadesi di Jasper e Banff, seguiti poi da Vancouver. Sulla via del ritorno ci fermiamo a visitare Toronto. Fly-Out caratterizzato da componenti di vento importanti in quota, penalizzanti all'andata e fortunatamente apprezzati sulla via del ritorno, quando si devono anche fare i conti con il fuso orario.

Alcune immagini e la rotta seguita sono visibili nel Blog, tempo permettendo pubblicheremo un resoconto dettagliato nella rubrica Fly-Out.

 

Con il primo Fly-Out dell'anno raggiungiamo una delle isole Canarie che non abbiamo ancora visitato. Il trasferimento su Lanzarote passa da Grenada, sempre bella da visitare e piacevole dal punto di vista aviatorio, ben servita e non onerosa e complicata per l'aviazione generale che pratichiamo. Visitiamo i luoghi più conosciuti senza tralasciare angoli di paesaggio più discosti e suggestivi: il paesaggio vulcanico, i parchi naturali, i paesi dell'interno e le opere dell'architetto Manrique.

Alcune immagini e la rotta seguita sono visibili nel Blog, tempo permettendo pubblicheremo un resoconto dettagliato nella rubrica Fly-Out.


 

Fly-Out 2016

 

Pervediamo per l'estate di raggiungere per la prima volta gli Stati Uniti ponendoci come meta finale le Isole Bahamas. Canada / USA / Bahamas rappresentano le tre regioni per le quali è necessario avere autorizzazioni particolari: per il Canada basta compilare via Internet un formulario elettronico (eTA), per gli Stati Uniti se si è piloti è richiesto il visto (VISA B-1), l'annuncio dei voli in arrivo e partenza (eAPIS), una vignetta per il transito attraverso il confine (DTOPS) e se si vola con un aereo non immatricolato "N" un'autorizzazione per il sorvolo del territorio (FAA/TSA Special Flight Waiver). L'aeroporto in entrata negli USA deve essere uno abilitato (CBP Airport) dei primi lungo la rotta a ridosso del confine. L'entrata alle Bahamas la si fa su un aeroporto servito dagli uffici dell'immigrazione, raggiungiamo per questo Stella Maris su Long Island. Ci fermiamo a visitare New York, Long Island nelle Bahamas e Washington DC.

Alcune immagini e la rotta seguita sono visibili nel Blog, tempo permettendo pubblicheremo un resoconto dettagliato nella rubrica Fly-Out.


Ritentiamo l'avventura, nuovamente alla ricerca dell'aurora boreale, già tentata nel Fly-Out di due anni or sono (Lapponia 2014), ma non pienamente riuscita viste le coperture basse e la meteo marginale che avevamo incontrato in quel periodo dell'anno. Questa volta partiamo alla volta dei paesi nordici a fine inverno e non più all'inizio, approfittando anche di giornate più lunghe e con più luce. I giorni che precedono i voli teniamo costantemente d'occhio la meteo ed i siti web che riportano quando e con che probabilità data la latitudine sia visibile l'aurora borale.

Decidiamo di spingerci fino a Rovaniemi, dove finalmente potremo goderci lo spettacolo, in un cielo sereno e limpido, con una volta celeste completamente sgombra di nubi.

Le immagini con il resoconto dell'uscita sono visibili qui.


 

Benvenuti!
 

Avendo raccolto parecchio materiale fotografico nel corso degli anni abbiamo deciso di mantenere un "libro di bordo" in rete, proponendo in modo più esteso quanto già fatto con il Fly-Out "Regno Unito ed Irlanda 2003". Per quell'occasione erano state allestite una serie di pagine web aggiornate in tempo reale con i resoconti delle tappe volate ed i luoghi visitati.
 
► La panoramica dei voli giornalieri è visionabile nel Blog.

► La rubrica Video raccoglie inoltre una serie di filmati girati in volo.
 
ALIDALBATROS è nata nel 2002 attorno al suo primo velivolo, un Cessna C182TR "turbo retractable" (HB-CIC) basato all'aeroporto di Locarno-Magadino, che sull'arco di cinque anni ha trascorso 600 ore di volo nei cieli europei. Dal 2007 ha fatto posto ad un "Silver Eagle" (HB-CQS), la conversione a turboelica del Cessna P210N Centurion, cosa che ha rappresentato un passo avanti in termini di prestazioni, avionica e comfort di volo, oltre che ad aprire la via verso nuove mete ancora inesplorate. Dal 2012 il velivolo è basato all'aeroporto di Lugano-Agno.